Sostituzione di un cemento centrale fratturato – 16 mesi dopo l’innesto

Descrizione del caso

Un paziente di 57 anni non fumatore e paziente sano. È venuto a consultare per il dolore il numero 11 (8). La radiografia non ha dato risultati convincenti ma l’esame clinico ha fatto pensare a una frattura radicolare.

Ignorando il danno osso , ho eseguito un ampio lembo a tutto spessore e realizzato un riempimento osso con solfato di calcio bifasico (Apatite Augma Bond), sperando di limitare la perdita di larghezza a seguito di un’estrazione traumatica. Una spugna di collagene è stata utilizzata per coprire l’ innestato . Come soluzione temporanea è stato utilizzato un flipper (senza pressione). Il paziente è tornato per la placenta cemento dopo 16 mesi.

Il materiale innestato è stato sostituito da un vero osso nuovo e la larghezza, così come l’altezza della cresta, sono state preservate durante questo periodo.

È stata una piacevole sorpresa lavorare con un osso in re 2 il cui volume è stato conservato dopo quel lungo periodo.

Lascia un commento

This site uses cookies to offer you a better browsing experience. By browsing this website, you agree to our use of cookies.